La realtà in gioco. Storie straordinarie per vite ordinarie | Speechless Magazine

La realtà in gioco. Storie straordinarie per vite ordinarie

cover-ring-defL’evoluzione della tecnologia ha modificato i costumi della società moderna ma soprattutto ha reso obsoleti quei confini che per decenni avevano diviso le varie tipologie d’intrattenimento. Letteratura, cinema, serie tv, fumetti e videogiochi sono diventate le molte facce di una sola realtà che si interseca in maniera sempre più invasiva con la nostra vita. Il significato stesso di realtà ha perso il gusto di unicità in favore del più variegato sapore di complessità, dove alter ego binari e virtuali assumono importanza maggiore rispetto alle personalità fisiche.

Dall’analisi di questa trasformazione socio-culturale è nato Realtà in gioco, primo concorso letterario promosso da Multiplayer.it Edizioni, svoltosi online tra il giugno e l’ottobre dello scorso anno. Centoquaranta scrittori, o aspiranti tali, hanno pubblicato in rete i loro racconti lasciando i propri lavori all’insindacabile giudizio dei visitatori del sito e dalla giuria tecnica composta da Danilo Arona, Alberto Grandi e i KaiZen.

Ogni partecipante ha raccontato la sua personale visione dando vita a personaggi, storie e addirittura mondi che sviluppavano nei modi più originali (e magari anche strampalati) il sempre più esteso scontro tra virtuale e reale, tra gioco e vita vissuta. È nata così La realtà in gioco. Storie straordinarie per vite ordinarie antologia di 33 racconti curata da Tommaso De Lorenzis e disponibile dal prossimo giugno nel catalogo della Multiplayer.it Edizioni.

Come si legge nell’introduzione, I racconti presentati per “Realtà in gioco” mostrano che tutti per scrivere traggono ispirazione dalle esperienze quotidiane, dagli hobby e dalle proprie passioni: per questo le influenze di una certa generazione di film, libri e videogiochi sono spesso riconoscibili nei testi dei giovani aspiranti scrittori.

Il volume, di 672 pagine, è stato diviso in tre parti. La prima ospita i racconti di autori illustri che hanno voluto divertirsi con il tema del concorso regalando ai lettori la propria personale idea di Realtà in gioco. Tullio Avoledo, Alessandra Contin, Massimo Gardella, Roberto Recchioni, Paolo Roversi, Simone Sarasso e Matteo Strukul hanno creato storie coinvolgenti che mostrano al lettore le molte declinazioni possibili di un tema tanto interessante. Citazione di merito per il futuro distopico dipinto con sapiente ironia da Avoledo e per la divertentissima confessione del più noto idraulico di tutti i tempi, scritta da Alessandra Contin.

La seconda e la terza parte dell’antologia sono invece dedicate rispettivamente ai racconti scelti dalla giuria tecnica e a quelli selezionati attraverso i social network. Dalla lettura delle storie contenute in queste due sezioni, si capisce che sia i giudici ufficiali che i semplici visitatori/lettori hanno premiato nella loro valutazione l’originalità delle trame e delle situazioni, mettendo spesso in secondo piano il ritmo e la tecnica di scrittura. I racconti dei partecipanti al torneo, infatti, sono tutti caratterizzati da un’ottima proprietà linguistica e da una senz’altro apprezzabile fantasia creativa, ma in alcuni casi (forse troppi) deficitano di una struttura narrativa coinvolgente, cedendo alla tentazione di noiosi infodump e di passaggi superflui e poco omogenei.

Considerando l’antologia nella sua interezza, tuttavia, è fuor di dubbio che La realtà in gioco. Storie straordinarie per vite ordinarie è un volume pregevole generato da un’ancor più importante iniziativa. Se infatti è giusto rimarcare l’interesse generato dal tema scelto, capace di generare centinaia di punti di vista differenti, è oltremodo rilevante sottolineare l’opportunità (totalmente gratuita) data dalla Multiplayer.it Edizioni agli aspiranti scrittori. Un esempio che dovrebbe essere seguito.

cover-ring-defCuratore: Tommaso De Lorenzis
Titolo: La realtà in gioco. Storie straordinarie per vite ordinarie
Editore: Multiplayer.it
Data di Pubblicazione: Giugno 2013
Pagine: 672
Prezzo: 15,00 €
Trama: Una collezione di racconti inediti, ispirati dalle realtà virtuali: al confine tra vita reale e creazioni immaginarie a base di pixel, più di trenta testi che delineano le mille connessioni possibili e impossibili tra le diverse declinazioni delle realtà.Con il contributo straordinario di Tullio Avoledo, Alessandra Contin, Massimo Gardella, Roberto Recchioni, Paolo Roversi, Simone Sarasso e Matteo Strukul Introduzione di Luca Crovi. Storie d’amore nate in rete, intrighi socio-politici, storie tristi di vecchi videogiochi ormai passati, fantasy ispirati alla più normale tradizione di draghi e principesse, storie “normali” di persone normali che si riconoscono attraverso i personaggi di pixel o la vita misera di un povero avatar virtuale; storie di guerra e perché no, ambientate in futuri lontani, tutte frutto di una fantasia spesso ironica, talvolta greve e forse scontata ma profondamente radicata nell’immaginario collettivo contemporaneo, alla base di quella cultura che oggi ai geek piace definire pop!

    Speechless Magazine

    Speechless Magazine è una rivista on line, ma non lo è fino in fondo. Ovvero, non nasce con queste premesse. Potete, infatti, scaricarla gratuitamente, ma l’idea è quella di un prodotto dell’editoria vecchia scuola. Idealmente sfogliabile, è tanto ricca dal punto di vista grafico da trasbordare la bidimensionalità dello schermo.

    More Posts

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

    Musica e ArteCinema e Serie TVLetteratura Speechless on Facebook Speechless on Twitter Attualità Speechless on YouTube