About | Speechless Magazine

Speechless Magazine è una rivista on line, ma non lo è fino in fondo. Ovvero, non nasce con queste premesse. Potete, infatti, scaricarla gratuitamente, ma l’idea è quella di un prodotto dell’editoria vecchia scuola. Idealmente sfogliabile, è tanto ricca dal punto di vista grafico da trasbordare la bidimensionalità dello schermo.

Eterea, come solo le creazioni puramente digitali sanno essere, assume un peso – guardate il numero delle pagine, perdetevi nella grandissima varietà dei contenuti – che ricorda l’epoca d’oro della critica letteraria: quando le riviste potevi vederle, toccarle annusarle, in libreria e in edicola. Qualcuno ha detto che quel tempo è morto, che internet ha ucciso le riviste e addirittura infierito sulle pubblicazioni dedicate ai libri e all’industria culturale. Abbiamo voluto credere (i risultati raggiunti dai primi due numeri di SM ci hanno dato, finora, ragione) che per parlare di editoria, libri, cinema, fumetti, serie tv con competenza e passione ci fosse ancora spazio. Nella mente del lettore e nel cyberspazio.

Speechless è il frutto, imperfetto e in divenire, di questa immaginifica, ottimistica, convinzione. Un ibrido capace di veleggiare nell’infinito flusso della produzione culturale, e pseudoculturale, della rete senza rinunciare a una struttura redazionale articolata e a un imprimatur creativo.

Un progetto teso alla sperimentazione e al dialogo con un sorprendente numero di lettori che in questi mesi (il numero 0 è stato lanciato in rete ad aprile 2012) ha seguito, apprezzato, criticato e stimolato questa nuova, bizzarra creatura fatta di parole.

Questa è Speechless. Domani sarà diversa, come lo sarete voi.
Buona lettura,
La redazione